10.2.2017

Un’emozione profonda ci pervade nel ripercorrere la nostra storia come donne. Felici di vivere nella nostra epoca sicuramente più libere, emancipate e rispettate, almeno in generale.

Antonella e Adriana, Pescara